Regolamento di vettura

Art. 1 – Comportamento in vettura.

E’ fatto divieto ad ogni passeggero di:

  •  salire o scendere dalla vettura da una porta diversa da quella prescritta;
  • occupare più di un posto a sedere od ingombrare in qualsiasi modo uscite o passaggi;
  • sporgersi dai finestrini o gettare oggetti dai medesimi;
  • accedere con carrozzine o passeggini di qualsiasi genere salvo che non siano del tipo pieghevole e sempre con l’osservanza delle disposizioni previste al successivo art. 2;
  • distrarre, impedire od ostacolare in qualsiasi modo il conducente nell’esercizio delle sue funzioni;
  • chiedere al conducente di salire o scendere dalla vettura in luogo diverso da quello stabilito come fermata;
  • cantare, suonare, schiamazzare o tenere comportamento sconveniente o molesto tale da arrecare in qualsiasi modo disagio, disturbo alle persone o danni alle vetture;
  • salire in vettura in stato di ebbrezza o in condizioni fisiche o psicofisiche tali da non consentire il corretto utilizzo del servizio o da arrecare danno a sé od agli altri;
  • accedere in vettura con abbigliamento sudicio, indecente o con segni evidenti di malattie o ferite che possono arrecare danno od incomodo agli altri passeggeri;
  • esercitare attività pubblicitarie, commerciali o di beneficenza senza regolare autorizzazione;
  • fumare in vettura (art. 7 Legge 11.11.1975, n. 584 e successive modificazioni);
    accedere in vettura con armi, materiali, oggetti od involucri che per volume, forma o natura possono riuscire pericolosi per i viaggiatori e/ o di danno alle vetture.

Art. 2 – Documenti di viaggio.

E’ fatto obbligo ad ogni passeggero di:

  • salire in vettura premunito di regolare documento di viaggio, anche per eventuali pacchi o bagagli;
  • annullare il documento di viaggio appena salito in vettura, in caso di convalida a bordo;
  • annullarle le tessere di abbonamento in occasione dei primo viaggio del mese di riferimento;
  • esibire il documento di viaggio ad ogni richiesta del personale; detto documento dovrà essere riconoscibile, non sgualcito od in qualsiasi modo manomesso od alterato; documenti non in regola verranno ritirati.
La Jonica Trasporti & Turismo S.p.a. emette normalmente i biglietti a bordo direttamente tramite l’autista. Il biglietto pertanto viene convalidato dallo stesso nel momento della sua emissione. Sia che il biglietto sia stato acquistato a bordo che in biglietteria, è fatto obbligo al passegero di:
  • conservare per tutto il percorso il biglietto
  • esibire lo stesso in qualsiasi momento al personale addetto al controllo
 
Il biglietto dà diritto ad un solo viaggio entro la tratta corrispondente alla tariffa corrisposta; non possono essere ammesse fermate e soste intermedie, ad eccezione fatta per quelle necessarie ad usufruire delle coincidenze.
 
  • Ciascun passeggero, munito di regolare documento di viaggio, ha diritto al trasporto gratuito di
  • bambino che sia di altezza inferiore a 1 metro, di un solo pacco
  • valigia di dimensioni non superiori a cm. 25X30x50.

Art. 3 – Norme per il trasporto di animali domestici.

Su tutte le vetture di pubblico trasporto e su tutte le linee gestite dalla Jonica S.p.a. nella Provincia di Messina è autorizzato l’accesso ed il trasporto di animali domestici secondo i seguenti criteri e limiti:
  • trasporto gratuito, senza limitazione di orario e su tutte le vetture della rete, dei cani guida che accompagnano i ciechi. I cani dovranno essere muniti di museruola e tenuti al guinzaglio sul pavimento;
  • trasporto gratuito di cani di piccola taglia sistemati in apposito contenitore delle dimensioni dei normali colli già ammessi (25x30x50), che impedisca loro qualsiasi contatto con l’esterno;
  • non è ammesso il trasporto di più di un cane per passeggero e non più di due cani per vettura e comunque di cani di grande taglia;
  • trasporto gratuito di altri animali domestici in contenitori delle dimensioni dei normali colli già ammessi che impediscano loro qualsiasi contatto con l’esterno;
  • l’animale dovrà essere allontanato, senza diritto al rimborso del biglietto agli accompagnatori dello stesso, ad insindacabile giudizio del personale aziendale, in caso di notevole affollamento delle vetture, di pregiudizio della sicurezza dei passeggeri, del personale o del mezzo e qualora arrechi in qualsiasi modo disturbo ai viaggiatori;
  • qualora l’animale insudici, deteriori la vettura o provochi in qualunque modo un danno a persone o cose, il proprietario è tenuto al risarcimento del danno relativo, restando la Società libera da qualunque responsabilità al riguardo.

La Società si rivarrà sul fruitore del servizio per quei danneggiamenti, derivanti da incuria di quest’ultimo, alle suppellettili aziendali, agli altri utenti od ai mezzi di altri utenti.

Art. 4 – Norme generali

E’ fatto obbligo ad ogni passeggero di attenersi ad ogni eventuale disposizione del personale preposto al servizio.
Fatte salve le eventuali conseguenze di legge, possono essere esclusi dal trasporto ed allontanati, senza diritto ad alcun risarcimento, i passeggeri molesti e quelli che non prestassero ascolto alle osservazioni ed agli inviti del personale di servizio tendenti a far rispettare le presenti norme.
I viaggiatori sono tenuti a cedere il posto ai mutilati ed invalidi, per i quali sono riservati i relativi posti in vettura (art. 27 della Legge 30. 3.1971, n. 118) nonché agevolare le persone anziane e le donne con bambini.

Eventuali reclami sul servizio possono essere diretti per iscritto alla Direzione della Società con l’indicazione del giorno, ora, numero di vettura; i reclami devono essere firmati e contenere le generalità e l’indirizzo del reclamante.

Art. 5 – Sanzioni.

Il mancato rispetto delle norme contenute nel presente regolamento agli articoli 1), 3) e 4) comporta l’applicazione della sanzione amministrativa prevista dalla Legge Regionale vigente in materia;
i passeggeri non in grado di presentare valido documento di viaggio al momento dei controllo saranno tenuti, oltre al pagamento dei biglietto a tariffa ordinaria tra i capilinea della corsa effettuata, anche al pagamento di una sanzione amministrativa nella misura prevista dalla Legge Regionale vigente in materia;
i trasgressori hanno facoltà di conciliare l’illecito, con effetto liberatorio, in via breve a mani dell’accertatore.
In caso di mancato pagamento verrà steso un verbale di accertamento, copia del quale verrà notificata all’interessato. In quest’ultima ipotesi il trasgressore sarà tenuto al pagamento anche delle spese di procedimento.

N. B.: Eventuali future modifiche comporteranno la sostituzione sugli autobus dello stampato relativo nonché l’aggiornamento sul presente documento all’atto della riedizione annuale.

Per colli di dimensioni eccedenti tali limiti o in casi di trasporto di due pacchi o valigie, pur rientranti nella sagoma limite, il trasporto è consentito, a discrezione insindacabile del personale aziendale, previo pagamento della tariffa prescritta per il normale trasporto passeggeri.

L’abbonamento è strettamente personale: dunque non è cedibile ad altri. L’utente che intende usufruire dell’abbonamento deve munirsi di documento di identità valido recante fotografia.

Il documento và esibito unitamente all’abbonamento e quest’ultimo deve essere numerato progressivamente.
Non è possibile adoperare un abbonamento mensile a cavallo di due mesi: ad esempio, un abbonamento ritirato il 20 del mese di Gennaio scadrà il 31 dello stesso mese.
Nel caso in cui l’utente abbiamo dimenticato di portare con sé il proprio abbonamento dovrà acquistare un biglietto di corsa normale per evitare di incorrere in una sanzione amministrativa.